Home / Quando sono necessarie le scarpe antinfortunistiche

Quando sono necessarie le scarpe antinfortunistiche

Il rispetto delle norma e la chiara comunicazione al lavoratore circa la necessità di utilizzare scarpe di sicurezza e quali caratteristiche queste scarpe debbano avere, è affidata al datore di lavoro.
Mentre originariamente l’utilizzo delle scarpe antinfortunistiche era richiesto per i settori edili e industriali, con l’aumentata sensibilità verso i temi della sicurezza sul lavoro, l’obbligo di indossare questi dispositivi di protezione si è esteso a molti settori, arrivando a coprire anche bar e ristoranti.
Il D.lgs. n. 106 del 3 agosto 2009 contiene l’elenco indicativo e non esauriente delle attività e dei settori di attività per i quali può rendersi necessario mettere utilizzare dispositivi per la protezione del piede.

Scarpe di sicurezza con suola imperforabile
• Lavori di rustico, di genio civile e lavori stradali.
• Lavori su impalcatura.
• Demolizioni di rustici.
• Lavori in calcestruzzo e in elementi prefabbricati con montaggio e smontaggio di armature.
• Lavori in cantieri edili e in aree di deposito.
• Lavori su tetti.

Scarpe di sicurezza senza suola imperforabile
• Lavori su ponti d’acciaio, opere edili in strutture di grande altezza, piloni, torri, ascensori e montacarichi, costruzioni idrauliche in acciaio, altiforni, acciaierie, laminatoi, grandi contenitori, grandi condotte, gru, caldaie e impianti elettrici.
• Costruzioni di forni, installazioni di impianti di riscaldamento e di aerazione, nonché montaggio di costruzioni metalliche.
• Lavori di trasformazione e di manutenzione.
• Lavori in altiforni, impianti di riduzione diretta, acciaierie e laminatoi, stabilimenti metallurgici, impianti di fucinatura a maglio e a stampo, impianti di pressatura a caldo e di trafilatura.
• Lavori in cave di pietra, miniere, a cielo aperto e rimozione di discarica.
• Lavorazione e finitura di pietre.
• Produzione di vetri piani e di vetri cavi, nonché lavorazione e finitura.
• Manipolazione di stampi nell’industria della ceramica.
• Lavori di rivestimenti in prossimità del forno nell’industria della ceramica.
• Lavori nell’industria della ceramica pesante e nell’industria dei materiali da costruzione.
• Movimentazione e stoccaggio.
• Manipolazione di blocchi di carni surgelate e di contenitori metallici di conserve.
• Costruzioni navali.
• Smistamento ferroviario.

Scarpe di sicurezza con tacco o con suola continua con intersuola imperforabile
• Lavori sui tetti.
• Scarpe di sicurezza con intersuola termoisolante.
• Attività su e con masse molte fredde o ardenti.

Scarpe di sicurezza a slacciamento rapido
• In caso di rischio di penetrazione di masse incandescenti fuse.